di Guido da Landriano

La manifestazione dei Gilets KJaunes, protesta autoconvocata contro il rialzo delle tasse sui carburanti voluto “per motivi ecologici” da parte del presidente Macron, che tocca nuovi fondi di popolarità. 244 mila cittadini sono scesi per strada ed in piazza contro il governo francese, bloccando i trasporti, e questo numero non è la solita piddinata, ma sono dati del Ministero degli Interni francese, ufficiali, anzi riduttivi.  Le manifestazioni sono state tutto sommato pacifiche, con solo un grave incidente in Savoia, con una morta ed alcuni feriti investiti da un’auto. Per il resto pochissimi scontro con la polizia. Una rivoluzione pacifica, popolare, con tanta gente che è scesa in piazza per a prima volta nella sua vita.

Eccezionale che la rivolta , perchè di questo si può parlare, sia partita dai social senza nessun partito , nessuna organizzazione a monte. Ora qualche politico inizia a cercare di “metterci cappello” come il Rassemblement National


O Melenchon e la sua France Insoumise,  che è sceso in piazza a Parigi:

Un grande successo comunque che mostra come il governo del novello Napoleone sia in realtà impopolarissimo. Ed il PD che vorrebbe prenderlo come esempio!!!

 

La folla si era radunata davanti all’Eliseo, ma è stata, per ora , dispersa dai lacrimogeni. Ora il problema sarà mantenere la tensione o farla crescere, non essendoci un’organizzazione centrale.

Comunque buona fortuna, ogni tanto ci vuole una rivoluzione

Fonte: scenarieconomici.it

CONTINUA A LEGGERE >>