Sieben Linden è considerato un classico esempio di ecovillaggio. All’interno dell’Europa, questo progetto è particolarmente raro, sebbene la cooperativa formalmente appartenga alla città di Poppau (comune di Beetzendorf), i suoi fondatori sono stati in grado di costruire il villaggio “indipendentemente dalle strutture preesistenti”.

L’idea di questo ecovillaggio specifico è nata nel 1980 nel corso della resistenza antinucleare a Gorleben, dove un villaggio ad hoc è nato [“Hüttendorf” del “Freien Republik Wendland”] solo per 33 giorni – ma ha lasciato un segno in diverse persone che in seguito hanno cercato di ottenere qualcosa di simile, ma più duraturo. Le idee comparabili con un ecovillaggio si sono sviluppate negli anni ’70 in particolar modo negli Stati Uniti e in Danimarca, alla fine hanno portato all’emergere del Global Ecovillage Network (GEN) negli anni ’90 – l’aggiornamento del vecchio sogno di vivere in armonia con l’uomo e natura. Nel 1997, i pionieri di questo movimento si sono trasferiti nel sito di Sieben Linden. Dalla sua fondazione, l’area è passata da 25 a 80 ettari e ha attratto più di 120 residenti. Gli abitanti sono per lo più organizzati in “quartieri” che vivono in un totale di otto edifici di paglia e argilla, per i quali l’ecovillaggio è famoso. Il villaggio prevede di espandere il numero totale di residenti da 250 a 300, mantenendo così una struttura non troppo complessa.


La casa “Strohpolis” nell’ecovillaggio di Sieben Linden – La più grande casa d’Europa fatta di balle di paglia

Sieben Linden si considera un esempio per lo sviluppo di uno stile di vita alternativo e sostenibile. A parte gli aspetti sociologici ed ecologici, come un alto grado di autosufficienza e pratiche di costruzione sostenibili, il concetto di una “comunità” (intenzionale) è al centro di questo progetto. I residenti si affidano a diverse pratiche decisionali democratiche, in cui permane il desiderio di consenso. Il suo motto è: “Unità nella diversità”.

Secondo uno studio condotto dall’università di Kassel, l’impronta di anidride carbonica di Sieben Linden è inferiore a un terzo della media tedesca. In diverse occasioni, l’ecovillaggio si è distinto per i suoi sforzi verso la sostenibilità, i media riportano regolarmente le attività del villaggio. Il flusso di visitatori nazionali e internazionali del sito rappresenta un’importante base finanziaria per il villaggio.


Vista dell’ecovillaggio Sieben Linden

Sieben Linden è membro attivo del GEN, e negli ultimi anni il villaggio si è impegnato in un numero crescente di attività di cooperazione con altre iniziative. Insieme, questi progetti dimostrano la possibilità di uno stile di vita ecologicamente sostenibile senza ridurre la qualità della vita nel contesto di una società occidentale.

Pertanto, Sieben Linden rappresenta una specifica “Cultura della sostenibilità” che, tuttavia, dipende da forti legami con il resto della società in termini sociali ed economici.


Fonte: Un Giro Sul Mondo

CONTINUA A LEGGERE >>