E’ noto a tutti lo stretto legame tra cibo e salute ma non basta un’attenta scelta dei cibi, è necessario che gli utensili utilizzati li preservino da ogni tipo di contaminazione, consentendo così l’idonea conservazione di tutte le loro proprietà nutritive ed organolettiche.

Le padelle ‘effetto pietra’ che troviamo in vendita sul mercato, ma che non corrispondono a vera pietra, sono quindi una vera e propria truffa. Lo stesso vale anche per le padelle così dette in ceramica, che non sono altro che padelle in alluminio rivestite con vernici contenenti polveri ceramiche, con limitata adesione al substrato e ridotta compattezza.


SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM E SU VK


Il problema, infatti, è quando questo tipo di rivestimento viene spacciato per ‘padella in pietra’ o ‘in ceramica’, ma poco hanno a che fare con la vera pietra lavica, la pietra ollare o la vera ceramica.

PER SAPERNE DI PIU’ GUARDA QUESTO VIDEO:

Prendete queste precauzioni dunque. La prima precauzione da prendere è quella di non sfiorare mai lo strato antiaderente con oggetti duri, anche di legno, perché la matrice si graffierebbe comunque. In generale, meglio usare recipienti d’acciaio per la bollitura, mentre la terracotta è adatta per zuppe e stufati. Infine, la vera pietra, la vera ceramica, il ferro o la ghisa come padella.

Fonte: www.ninconanco.info


SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM E SU VK


CONTINUA A LEGGERE >>