Numerose aziende britanniche stanno valutando la possibilità di impiantare microchip nei propri dipendenti con la scusa di aumentare la sicurezza.

Biohax, una società svedese che fornisce impianti rfid per uso umano, ha dichiarato al Daily Telegraph che e’ “in trattativa” con un certo numero di società legali e finanziarie del Regno Unito per microcippare il personale con i dispositivi.

“Queste società gestiscono documenti sensibili”, ha detto al giornale Jowan Österlund, il fondatore di Biohax. Jowan Österlund di Biohax .

Naturalmente, non tutti sono d’accordo con questa idea. Un portavoce della Confederazione britannica ha detto al Guardian : “Mentre la tecnologia sta cambiando il modo in cui lavoriamo, questo rende la lettura decisamente scomoda.


“Le imprese dovrebbero concentrarsi su priorità più immediate e concentrarsi sul coinvolgimento dei propri dipendenti”.

La Biohax dice che i suoi microchip, che hanno all’incirca le dimensioni di un chicco di riso, costano 150 sterline l’uno.

Il microchip viene inserito nella pelle tra il pollice e l’indice e puo’ essere utilizzato come un qualsiasi tipo di trasmettitore, ad esempio per aprire porte o avviare un’auto. Possono anche essere caricati con dati medici a cui è possibile accedere se ce ne fosse bisogno.

Österlund ha affermato che le aziende più grandi, come quelle con oltre 200.000 dipendenti, potrebbero offrire questa opzione per facilitare la vita dei dipendenti e far risparmiare soldi all’azienda.

Fonte: metro.co.uk
Tratto da: IL SAPERE E’ POTERE 2

CONTINUA A LEGGERE >>