di Biagio Chiariello

Non aveva il denaro per acquistare del cibo e così, di nascosto in piena notte, l’ha rubato dal magazzino di uno chalet a Civitanova Marche. I proprietari se ne sono accorti ma non hanno sporto denuncia. Il ladro è un 53enne del posto: “Vogliamo rintracciarlo, spesso siamo costretti a buttare un sacco di roba e potremmo aiutarlo” dice uno dei titolari.

Quando i carabinieri di Civitanova Marche lo hanno fermato, addosso aveva un melone, una lattina d’olio, uova e del pane. Tutti prodotti alimentari rubati poco prima davanti ad un magazzino di uno chalet sul lungomare Piermanni. Ai militari dell’Arma ha spiegato semplicemente di avere fame e di trovarsi in grosse difficoltà economiche, costretto dunque a rubare pur di mettere qualcosa sotto i denti. E la sua storia ha colpito il proprietario del locale che ha deciso di non denunciarlo e di lasciare al ladro quanto occultato in un borsone. La refurtiva si è quindi trasformata in un dono per il 53enne civitanovese, come riportato da Cronache Maceratesi.


I fatti sono avvenuti questa mattina intorno alle 4.30. I carabinieri hanno notato l’uomo nei pressi dello spazio esterno dello chalet “I due re”. Insospettiti dal suo atteggiamento, hanno deciso di perquisirlo: tutti i generi alimentari trovati all’interno della borsa erano stati rubati da uno scatolone nei pressi del magazzino del locale. Informato dai carabinieri sull’accaduto, il proprietario ha, come detto, deciso di chiudere un occhio. “Penso che lo avrebbe fatto chiunque – dice Michela Malatini, trai titolari – non conosciamo quest’uomo ma le autorità ce lo hanno segnalato come una persona in difficoltà e abbiamo deciso di non accanirci”. Si tratterebbe di un padre di famiglia. “In pratica ha rubato un melone, un po’ di pane e dell’olio. Altre persone nella sua stessa situazione avrebbero fatto lo stesso. Vorremmo anche risalire a lui, visto che ogni sera siamo costretti a buttare via un sacco di roba, piuttosto che mettersi nei guai potremmo aiutarlo se è vero che non riesce a mettere insieme il pranzo con la cena” dice ancora Malatini. Fonte: www.fanpage.it

CONTINUA A LEGGERE >>