in foto: La Glowing Blue Bike Lane costruita in Polonia


di Chiara Ammendola

Una pista ciclabile green che si autoilluminerà al calar del sole grazie alla luce assorbita dall’asfalto durante il giorno. Nascerà a Pavia dove la proposta è giunta dagli stessi cittadini che hanno dato vita a una raccolta firme: il percorso sarà lungo cinque chilometri e le gare d’appalto per la sua realizzazione inizieranno a breve.

Una pista ciclabile fluorescente, che si illumina di notte grazie alla luce solare assorbita durante il giorno. Nascerà a Pavia, grazie alla proposta dell’associazione “Mei Sto in Burgh” che attraverso una raccolta firme ha portato all’amministrazione comunale le esigenze dei ciclisti residenti in uno degli storici quartieri di Pavia, che da anni percorrono in sella alle proprie bici la strada alle spalle del fiume, una strada destinata però alle auto. E così grazie al progetto dei numerosi cittadini ora il comune di Pavia potrà dare vita a una delle piste ciclabili più innovative di sempre: cinque chilometri di percorso che collegheranno la città ai comuni del Siccomario, attraverso la Battella sull’argine del Ticino, da via Trinchera passando per la frazione Chiavica e località Frua che non saranno illuminati dai lampioni ma dalla stessa pista.


SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM


Per realizzare la pista ciclabile necessari 260mila euro

Il sistema prende ispirazione da quello ideato dagli ingegneri polacchi dell’Istituto Tecnologie del Futuro di Pruszkow che hanno dato vita alla Glowing Blue Bike Lane che sfrutta un particolare tipo di vernice che si ricarica con il sole: così all’imbrunire, l’asfalto della pista si trasforma assumendo un colore fluorescente che può sfumare dal blu al verde e ha una durata di illuminazione di 10 ore, abbastanza da coprire le ore della sera e del mattino, anche in inverno, necessarie ai ciclisti. Una pista green e dall’effetto ottico unico che darà la possibilità ai cittadini pavesi di spostarsi in sicurezza e libertà, lasciando così l’auto a casa. I lavori dovrebbero iniziare nei prossimi mesi, le gare d’appalto infatti sono previste a breve e al momento i costi di realizzazione si aggirano intorno ai 260mila euro, metà dei quali saranno finanziati dalla regione Lombardia.

Fonte: milano.fanpage.it


SEGUICI SENZA CENSURE SU TELEGRAM

CONTINUA A LEGGERE >>